Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2009

zamiaVolevo da troppo tempo una bella pianta in salotto e ieri è arrivata finalmente!Ho approfittato del mio anniversario di matrimonio e ho chiesto a mio marito proprio una pianta ornamentale per il salotto di casa. Lui non era del tutto d’accordo, perchè diceva che le piante soffrono all’interno degli ambienti domestici e che necessitano di troppe cure e in questo periodo io e mio marito per lavoro non siamo mai a casa, torniamo tardi e certo non riusciamo ad occuparci della cura delle piante. Però la desideravo da tanto tempo e quindi l’ho convinto ad andare insieme dal fioraio per chiedere una pianta che facesse al caso nostro. Il mio fidato fioraio mi ha consigliato una bellissima pianta: la  Zamia, una pianta del Sud America, adatta per gli interni.

La Zamia furfuracea è una pianta molto resistente e non ha bisogno di cure particolari, anche l’annaffiatura deve essere moderata e sporatica, mi ha consigliato 3 bicchiedi di acqua ogni tre settimane, anche 1 volta al mese, evitando di lasciare acqua nel sottovaso, poiché l’acqua stagnante porta spesso allo sviluppo di malattie fungine.

Non necessita neanche di un diretta esposizione al sole. Mi sembra la pianta ideale da tenere in casa e poi è veramente bella!.

Read Full Post »

La metereologia in questi giorni resta un tabù…non so come curare le mie piante, innaffiarle o meno, ma perchè?Prima fa un gelo che sembra di vivere al Polo Nord, poi fa una pioggia tropicale che devasta tutti i miei fiori e per finire un caldo africano che li fa seccare. Quello che vorrei sapere è come comportarmi con il mio bel giardino, perchè succede che lo annaffio e poi arriva una pioggia fortissima e si inzuppa di acqua, oppure capita il contrario: non lo annaffio e il caldo secca le foglie e i fiori. In questi giorni ho notato che le piante, prima di tutto le mie chicas hanno tutte le foglie con alcune strane macchioline bianche, forse è un parassita, per fortuna queste sono piante forti e non hanno bisogno di molta cura. Mi sa che farò un gioro su Gardenshop per vedere che tipo di antiparassitario consigliano. La metereologia in questi giorni resta un tabù…non so come curare le mie piante, innaffiarle o meno, ma perchè?Prima fa un gelo che sembra di vivere al Polo Nord, poi fa una pioggia tropicale che devasta tutti i miei fiori e per finire un caldo africano che li fa seccare. Quello che vorrei sapere è come comportarmi con il mio bel giardino, perchè succede che lo annaffio e poi arriva una pioggia fortissima e si inzuppa di acqua, oppure capita il contrario: non lo annaffio e il caldo secca le foglie e i fiori. In questi giorni ho notato che le piante, prima di tutto le mie chicas hanno tutte le foglie con alcune strane macchioline bianche, forse è un parassita, per fortuna queste sono piante forti e non hanno bisogno di molta cura. Mi sa che farò un gioro su Gardenshop per vedere che tipo di antiparassitario consigliano. La metereologia in questi giorni resta un tabù…non so come curare le mie piante, innaffiarle o meno, ma perchè?Prima fa un gelo che sembra di vivere al Polo Nord, poi fa una pioggia tropicale che devasta tutti i miei fiori e per finire un caldo africano che li fa seccare. Quello che vorrei sapere è come comportarmi con il mio bel giardino, perchè succede che lo annaffio e poi arriva una pioggia fortissima e si inzuppa di acqua, oppure capita il contrario: non lo annaffio e il caldo secca le foglie e i fiori. In questi giorni ho notato che le piante, prima di tutto le mie chicas hanno tutte le foglie con alcune strane macchioline bianche, forse è un parassita, per fortuna queste sono piante forti e non hanno bisogno di molta cura. Mi sa che farò un gioro su Gardenshop per vedere che tipo di antiparassitario consigliano.

Read Full Post »

le mie surfinie

le mie surfinie

Aiuto! Tutta questa pioggia sta rovinando le mie surfunie!Non so bene se metterle dentro o lasciarle comunque fuori, ma mi dispiace vederle così. La pioggia incessante sta annerendo i fiori, certo è una follia spostare i vasi ogni volta, però anche i rami si stanno spezzando. Ora dovrò decidere che fare, perchè ho un’altra soluzione, che potrebbe servire anche per ripararle dal vento. Ho pensato ad una ricopertura in plastica intorno al vaso, un telo che ricopra la pianta. Questo accorgimento l’ho visto sui balconi della città di Trento e mi sembra una grande idea. Non so dove trovare questo prodotto, perchè quelli erano di diverse dimensioni, a seconda della grandezza delle piante ed erano dotati anche di un pratico elastico alla base, così da tenere il sacco stretto al vaso per evitare che voli via con il vento forte. Cerco su qualche shop on line il prodotto e se  non lo trovo cerco un articolo simile.

Read Full Post »

piantaIeri pomeriggio ho voluto piantare una carnivora che desideravo da tanto tempo, la famosa “Venus Acchiappamosche”. Ho studiato un pò su internet questo tipo di pianta e ho capito che esistono molte specie diverse di carnivore. Numerosi sono i sistemi di cattura e di gestione della preda; infatti alcune sono dotate di trappole a tagliola, altre di tubi ripieni di liquido digestivo e ancora altre sono ricoperte di colla acida.

Molti racconti di fantasia sono nati intorno a questa pianta, infatti l’ingnoranza ,di tante persone, fa credere che questo vegetale possa arrivare a divorare anche animali come cani e gatti. Oggi per fortuna esiste l’AIPC (Associazione Italiana Piante Carnivore), che insieme ad internet, diffonde informazioni certe su queste piante.

La pianta che ho appena piantato e di cui ho caricato l’immagine è una carnivora a trappola a tagliola, praticamente è dotata di un meccanismo formato da una foglia modificata in modo da chiudersi a scatto quando viene sollecitata da animaletti. La foglia si richiude sul malcapitato, intrappolandolo e soffocandolo. nei giorni seguenti la cattura, la pianta secerne degli enzimi digestivi, con i quali consuma la preda.

La mia piantina è chiamata anche Dionaea Muscipula o semplivemente Dionaea e ho capito che forse è la carnivora più facile da coltivare per i principainti, infatti è facile da trovare nei negozi per 5-8 euro a vasetto. Deve essere sempre tenuta all’esterno, in posizione assolata. Se riceve molto sole diventa più rossa, vigorosa e bella. D’inverno va tenuta riparata, con temperature mai superiori ai 5’C, altrimenti non entrerà in riposo invernale  e morirà. Per la coltivazione bisogna utilizzare solo torba pura, acqua in abbondanza e molto sole diretto. La pianta fa fiori bianchi, che è meglio tagliare, per non indebolirla.

Read Full Post »