Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2010

Una delle discipline a metà fra scienza medica vera e propria, estetica ed omeopatia è proprio la fitoterapia. La fitoterapia è l’insieme delle soluzioni e dei prodotti realizzati a partire da piante essicate, radice ed estratti che in alcuni casi posono sostituirsi completamente ai rimedi tradizionali.
Basti pensari all’incredibile quantità di rimedi che è possibile acquistare ed utili in questo periodo: autunno è il momento in cui il nostro corpo – pelle e capelli – soffre maggiormente lo stress e le difficoltà del cambio di stagione.
Il rimedio per eccellenza per contrastare invecchiamento ed aridità consigliabile e proveniente dalla fitoterapia è l’estratto di centella. Secondo uno studio clinico l’effetto di un prodotto composto dallo 0,1% di madecassoside estratto dalla centella e dal 5% di vitamina C sull’invecchiamento cutaneo comporta un significativo miglioramento della robustezza, dell’elasticità e della luminosità della pelle.

Read Full Post »

Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che alla base della maggior parte degli olii essenziali c’è il bergamotto, una specie di “fratello minore” delle essenze più conosciute. E’ infatti proprio l’olio di bergamotto ad essere indispensabile nell’industria farmaceutica e profumiera perchè viene utilizzato:

  • per fissare il bouquet
  • per armonizzare le essenze
  • per esaltare la sensazione di freschezza dei profumi
  • come antibatterico ed antisettico

Non è finita qui! L’olio di bergamotto è l’ingrediente tipico di alcuni dolci nei quali è adoperato come aromatizzante o per esaltare il gusto di liquori e bevande. Non a caso per le sue proprietà digestive – si tratta pur sempre di un agrume – è alla base di bevande utilizzate per accompagnare i pasti.

Read Full Post »

Sono inizati giorni un pò grigi a causa del vento, della pioggia che attanagliano la nostra Penisola già da un pò di tempo e dei primi malanni legati al brusco cambiamento di stagione. Sono momenti in cui sentiamo assoluta nostalgia della primavera e soprattutto dell’estate. Un buon modo per risollevre il morale è quello di arricchire il terrazzo di colori e profumi con piante e fiori. Oltre ai ciclamini, un’altra pianta dalla fioritura tipicamente invernale è la camelia, legata in maniera indissolubile alla letteratura ed all’arte. Si tratta di un fiore che per secoli ha ispirato pittori e scrittori, poeti e creativi grazie al colore delicato e gentile.
Le camelie sbocciano in dicembre-gennaio. Coltivate da centinaia di anni anche in Europa, esistono numerosissimi ibridi. I fiori delle camelie hanno colore rosa o banco, ma esistono alcune varietà a fiore rosso e pochissime varietà a fiore giallo; in genere le piante di camelia alternano anni con fioriture eccezionali ad anni con pochi fiori. Le camelie sono molto longeve, e con il passare degli anni possono raggiungere dimensioni ragguardevoli, fino a 6-7 metri di altezza.

Read Full Post »

Il fiore del 2010 è il tulipano. A decretarlo le ultimissime votazioni in occasione del Concorso annuale per il “Bulbo Primaverile 2010”. A vincere è stata in particolare la varietà Purissima che deve essere messa a dimora già in autunno per poter godere della sua bellezza già a partire da marzo – aprile. Il tulipano è uno dei fiori simbolo dell’Olanda dove crescono in grande ed abbondante quantità e dove è possibile trovare numerose delle varianti per colore e dimensione. In Italia, il territorio dove è più frequente trovarli è sicuramente la zona di San Remo e tutta la costa ligure.
Personalmente ritengo che i tulipani siano perfetti per dare un tocco di eleganza e di stile al salotto di casa, piuttosto che essere fiori da terrazzo o giardino. Importante è la scelta del vaso o della fioriera adoperata, che sia in tinta con il resto degli arredi e con le venature dei petali.

Read Full Post »