Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘coltivare patate’

Il girasole è originario dell’America, ma si è adattato benissimo alle nostre latitudini, dove il sole non manca mai e anche gli inverni sono miti. Pochi sanno che esistono molte varietà di girasoli oltre a quello giallo: ce n’è una varietà arancione e una rossa; una gigante che produce un solo fiore e una più piccola che produce fiori a grappoli.

La specie più comune, quella gialla, può essere coltivata in piena terra o anche in vaso. È una pianta molto facile da coltivare e da riprodurre: quando il fiore avvizzisce, si formano sulla corolla tantissimi semi che possono essere raccolti e seminati.

I semi di girasole vanno messi a dimora a fine marzo. Vi consiglio di utilizzare un terriccio universale ben concimato e ben drenato. Per la semina seguite questa procedura: fate nel terriccio delle buche profonde circa 5 cm; distanziate ogni foro perché il girasole è una pianta che ha bisogno di spazio; in ogni buca inserite due o tre semi.

Innaffiate regolarmente, ma evitate come sempre i ristagni d’acqua. Quando le piantine raggiungono un’altezza di 6/7 cm possono essere rinvasate in piena terra oppure ognuna in un vaso singolo.

I girasoli sono fiori molto resistenti, possono tollerare anche brevi periodi di siccità o di freddo, ma naturalmente prediligono il sole e il caldo.
Il periodo di fioritura va da agosto a settembre, periodo durante il quale potrete godervi i vostri bei fiori gialli in tutto il loro splendore.

Read Full Post »

Oltre a erbe aromatiche, pomodori e altre amenità, anche le patate si prestano a essere coltivate in vaso sul balcone o sul terrazzo.

È possibile mettere i tuberi in grandi vasi oppure direttamente nel sacchetto del terriccio (un tubero per vaso). In questi contenitori germogliano e si sviluppano molti nuovi tuberi, che sarannonpronti per la raccolta una volta che le foglie appassiranno. La coltivazione così fatta potrà essere fatta in casa.

Bastano pochi accorgimenti. Prima di tutto un bel vaso grande di capienza non inferiore ai 20l, del buon terriccio e delle patate da seme. Che sono le patate da seme? Niente paura, sono comuni patate scelte tra le più grandi, meglio se hanno già germogliato. Se proprio non riuscite a trovare patate già germogliate non preoccupatevi: lasciate qualche patata in un luogo asciutto e luminoso per qualche giorno e lasciate fare Madre Natura. Se la patata germogliata è la più grande di quelle che avevate selezionato (molto spesso succede che sia proprio quella a dare segni di vita), tagliatela in pezzi assicurandovi che ogni porzione abbia almeno due gemme.

A questo punto creiamo nel vaso un primo strato di terriccio arricchito di sostanza organica e mettiamo a dimora le patate ad una distanza di 40 cm l’una dall’altra. Ricopriamole 8-10 cm di terra e annaffiamo. Se volete piantare i tuberi in giardino non potete lasciarvi sfuggire questa chicca: un piantabulbi a espansione che scava nel terreno un foro di 6-8 cm di diametro e fino ad una profondità di 12 cm.

State attente a tenere il terreno privo di erbacce aspettando che spuntino i primi germogli. Quando le piantine sono abbastanza alte bisogna mettere nuova terra intorno al fusto, lasciando però scoperte le foglie. Questo lo si fa per impedire che i bulbi siano esposti alla luce diretta del sole che li farebbe inverdire e li renderebbe non commestibili.

Ricordate di annaffiare con regolarità evitando però i ristagni di acqua. Le concimazioni devono essere a base di potassio e fatte non prima che la pianta sia alta 15 cm.

La raccolta va fatta quando le foglie iniziano ad appassire. Una volta raccolte le patate, fatele asciugare al sole. Et voilà: servitele a tavola.

Read Full Post »