Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘piante grasse’

Dite la verità, diventate viola d’invidia quando andate da quell’amica col terrazzo e venite accolte in quel tripudio di rampicanti e fiori che abbelliscono ringhiere e corrimano, vero? Se non avete un terrazzo o un giardino dove dare sfogo alla vostra fantasia, fate di necessità virtù: trasformate la vostra casa in un giardino lussureggiante. L’importante è sapere quali piante sono adatte a vivere all’interno di un appartamento e sceglierle con cura in base a dimensioni e colori.

Il Ficus benjamin è senza dubbio il principe delle piante da appartamento. Si adatta a contesti anche non proprio accoglienti e abbellisce gli spazi con quel suo fogliame verde brillante che, pur essendo abbondante, non diventa mai ingombrante. Anche perché è sempre possibile potarlo per dargli le forme più bizzarre. E qui l’unico limite è la fantasia. La Muehlenbeckia nana è perfetta per creare cornici di vegetazione un po’ selvaggia in cui piantare bulbi e fiori stagionali. È una pianta che cresce rapidamente e non ha bisogno di tante cure. La sistemate in un bell’angolo e la pianta crescerà praticamente da sola: basta togliere le foglie morte e non eccedere nell’irrigazione.

Se siete all’inizio e proprio non avete il pollice verde vi consiglio i Cactus bonsai. Hanno forme originalissime, fiori dai colori vivaci e hanno bisogno davvero di pochissima cura. Giusto il tempo di innaffiarli. Inoltre possono essere create delle bellissime composizioni in vasi di terracotta che danno un tocco esotico all’appartamento. Altra pianta esotica da appartamento è la Camadorea, una palma nana proveniente dall’America centrale e meridionale, elegante e molto semplice da curare. È sufficiente stare attenti a non eccedere con l’acqua e non esporre le foglie alla luce diretta del sole. Potete schermarla con una tenda.

Una vera chicca è la composizione di erbe aromatiche. Se amate la bellezza delle piante piccole e delicate potete decorare le vostre stanze con una combinazione di lavanda, rosmarino e serissa. Non solo darete un tocco campestre all’appartamento, ma avrete un angolo di casa profumatissimo dove rilassarvi. E poi ci sono le mie amate orchidee. Di tutte le forme e colori, sempre elegantissime. Sono fiori irresistibili.

 

Read Full Post »

Piante grasse in estate

Forme curiose, dimensioni paffute, colori spesso vivaci e qualche fiore, attenzione alle spine però! Si tratta delle piante grasse che a differenza di quello che si ritiene, non sono solo piante “da ufficio” per la benefica capacità di assorbire radiazioni come quelle del computer, ma sono pure perfette per gli esterni, soprattutto in estate. Sono robuste e longeve, la soluzione ideale per avere in piena estate un balcone ricco di corolle, perché resistono perfettamente alle temperature torride. A patto di coltivarle bene.
Se per tutta l’estate è necessario innaffiarle abbondantemente, a ottobre occorre quasi evitare riducendo anche ad una sola volta la settimana l’uso dell’innaffiatoio. Questo per chi vuole conservarle fino all’estate successiva. Si tratta di piante che necessitano di stare al fresco comunque, ma vanno bene pure un pianerotolo o una veranda, insomma posti luminosi, non ad illuminazione diretta. Le piante grasse più diffuse: l’echinocereus, il notocactus, il ferocactus e l’opunzia.

Read Full Post »

piante_grasseAl contrario di quello che si potrebbe pensare anche le piante grasse hanno bisogno di essere annaffiate. Infatti l’umidità atmosferica non è sufficiente e per far crescere la nostra pianta occorre annaffiare periodicamente. Fondamentale per il loro benessere è la stagione; durante l’estate devono essere annaffiate abbondantemente e nel periodo invernale alcune (altro…)

Read Full Post »